postepay

Disfunzione Sessuale Femminile

Lovegra (Ladygra) per disfunzione sessuale femminile

Disfunzione Sessuale Femminile

Spesso la disfunzione sessuale è considerata come un disturbo che non necessita di consulti medici, o di terapie adeguate per risolverla. In realtà sia negli uomini che nelle donne, la disfunzione sessuale è un disagio serio che si riflette sulla sfera sessuale, sulla qualità della vita e nei rapporti con gli altri. I diversi tipi di disfunzione sessuale femminile riguardano oggi il 40% delle donne. I periodi in cui è più facile che si manifesti la disfunzione sessuale femminile sono quelli dell’età giovanile e post-menopausale e il disturbo più frequente è la perdita del desiderio sessuale.

La sessualità nelle donne (ma anche negli uomini) è un “processo” che si articola sostanzialmente in tre fasi: il desiderio, l’eccitazione e l’orgasmo. Le donne che soffrono di disfunzione sessuale tendono ad avere o una mancanza di desiderio, o un mancato mantenimento dell’eccitazione o un’assenza di orgasmo. In moltissimi casi questi disagi si associano e si manifestano contemporaneamente.

Disfunzione Sessuale Femminile

Lovegra (Ladygra)
4.5/5
 
4.98 52.00

Che cos'è Lovegra e quando deve essere usato? Lovegra è un preparato che contiene il principio attivo Sildenafil, che effettivamente aiuta ad aumentare il testosterone nel sangue e così contribuisce a un'istituzione più forte e un ottenimento un orgasmo più vivace e saturo.

Comprare ora »

Disturbi del desiderio

Riguardano circa il 32% delle donne di età compresa fra i 18 ed i 59 anni. In questo caso vi è mancanza di desiderio sessuale e non avviene la conseguente fase di eccitazione. Si definisce disturbo del desiderio “primario”, se dovuto a problemi di tipo psicopatologico (depressione, schizofrenia, stati fobici ecc.); si parla invece di disturbo del desiderio “secondario” se il disagio si è presentato in un secondo momento, a seguito di particolari esperienze (cambiamenti drastici nello stile di vita, nascita di un figlio, lutti etc.).

Disturbi dell'eccitazione sessuale

Riguardano le donne in cui lo stato di eccitazione non avviene né dal punto di vista mentale, né fisico. La mancata eccitazione genitale produce il sintomo della secchezza vaginale. Indagini epidemiologiche affermano che il problema riguarda ben il 35% delle donne.

Disturbi dell’orgasmo

Il disturbo dell’orgasmo (per orgasmo intendiamo lo stato di massima eccitazione sessuale) riguarda il 24% delle donne in età fertile che hanno difficoltà a raggiungere l’orgasmo.

In caso di disturbo orgasmico, la prima cosa da fare è quella di sottoporsi ad una visita ginecologica e ad esami clinici in modo da escludere che vi siano patologie organiche.Una volta effettuati gli accertamenti, ed escluse le malattie interferenti sulla sfera sessuale, l’attenzione si focalizzerà esclusivamente sulle possibili cause psicologiche del disturbo.

Disfunzione sessuale femminile: le cause

La disfunzione sessuale femminile può verificarsi a seguito di molteplici fattori, tuttavia le cause principali della DSF sono:

Cause organiche:

  • • Disturbi mestruali
  • • Vulvovaginiti o cistiti
  • • Trattamenti farmacologici (assunzione di ormoni, psicofarmaci)
  • • Malattie croniche (diabete, malattie cardiovascolari)
  • • Insufficienza ovarica, endometriosi, dispareunia

Cause psicologiche e socio/contestuali:

  • • Inadeguatezza / ritardo dello sviluppo psicosessuale
  • • Esperienze sessuali negative (abusi, violenze)
  • • Disturbi affettivi (depressione, ansia)
  • • Tratti della personalità borderline (instabilità pervasiva dell'umore)
  • • Abuso di farmaci, alcool o droghe
  • • Depressione post parto, aborto, menopausa
  • • Insicurezza, scarsa autostima, mancata cultura sessuale

Disfunzione sessuale femminile, cosa fare?

La disfunzione sessuale può e deve essere trattata, escludendo in primis i fattori organici ed affrontando quelli psicologici attraverso dei consulti con medici qualificati. Qualunque sia il tipo di disfunzione sessuale è bene che la donna non faccia passare troppo tempo dal momento in cui avverte il disagio. Una vista ginecologica, accertamenti, sedute presso un consulente sessuale, coinvolgimento del partner nella situazione di disagio e trattamenti farmacologici efficaci possono risolvere il problema e migliorare la propria vita sessuale. La maggior parte degli specialisti associa la mancanza di desiderio sessuale ad un basso livello di testosterone nella donna e ciò è molto evidente nelle donne in menopausa. Le terapie consigliate dai medici per risolvere i problemi di disfunzione sessuale femminile sono quelle ormonali a base di testosterone. Un innovativo trattamento farmacologico è il cerotto Intrisa che agisce aumentando la libido nelle donne. Il cerotto viene applicato sull’addome e rilascia un ormone che viene assorbito per via cutanea.

Risolvere la disfunzione sessuale femminile su Buonafarmacia.com

Nella maggior parte dei casi, le donne tendono a non parlare dei loro problemi sessuali, colpevolizzandosi e acutizzando il disagio. Il consiglio degli esperti è invece quello di affrontare i problemi di disfunzione sessuale senza timori né imbarazzo alcuno. In aiuto a tutte le donne che hanno difficoltà a gestire i loro problemi sessuali vi è buonafarmacia.com che, grazie alla sua equipe medica e al supporto di un servizio clienti qualificato, garantisce professionalità e discrezione per la risoluzione dei disagi sessuali femminili.